News

CucurBeta - Università di Napoli

Gennaro Battista, Cristiana Frezzetti, Luigi Venanzio, Martina Simeone, Alessandro Sica.
 

Intervista realizzata a febbraio 2017.

Che cosa significa il nome della vostra squadra e perché l’avete scelto?

Siamo cinque studenti del Corso di Laurea Magistrale in Finanza dell’Università Federico II di Napoli. La nostra squadra si chiama “CucurBeta” (pronuncia: cucurbita). Per gli studenti del nostro ateneo che partecipano alla FMC è tradizione scegliere un nome che abbia un riferimento al cognome della nostra coordinatrice, la professoressa Rosa Cocozza. Quest’anno abbiamo deciso di fondere tra loro la traduzione latina di zucca, ovvero “cucurbita”, con la lettera greca Beta, noto indicatore del rischio sistematico nel CAPM. Ecco come è nato il nome “CucurBeta”.

Qual è il motto della vostra squadra per questa competizione?

Pensiamo che quando un gruppo di persone è fortemente motivato a raggiungere un obiettivo comune, esso possa realizzare l’impossibile. Tuttavia, sono indispensabili un corretto gioco di squadra, disponibilità, serietà, responsabilità; nonché il rispetto del lavoro dei propri colleghi. Questo perché sappiamo che nessuno di noi singolarmente disporrebbe di tutti gli strumenti necessari per conseguire la migliore performance. Il nostro motto è: “Non seguire mai la folla: si può ottenere un rendimento superiore alla media solo investendo controcorrente”.

Qual è una curiosità del vostro modo di lavorare?

Qualche tempo fa,  Gennaro Battista – il nostro incaricato dello studio delle società nei settori Food&Beverage e Household Goods – ci ha confessato che se dopo aver letto i dati di bilancio e le analisi di mercato o dopo aver ricercato tutte le ultime news sul futuro delle società da lui analizzate è ancora indeciso sui titoli nei quali investire, allora allontana gli occhi dallo schermo del computer e va a visitare i negozi che vendono i prodotti delle società da lui monitorate. «Al di là di ogni dato, un’azienda è anzitutto ciò che produce», ha spiegato Gennaro. Può sembrare curioso, ma dopo questo speciale controllo non ha mai avuto dubbi su quali titoli inserire in portafoglio.

Spiegate la vostra strategia d’investimento e il vostro portafoglio in due frasi.

Le posizioni lunghe e corte all’interno del nostro portafoglio sono state selezionate al fine di conseguire il miglior compromesso tra diversificazione del rischio e alti rendimenti, minimizzando quanto più possibile il numero di ribilanciamenti. Il nostro portafoglio iniziale ha una natura bipolare: da un lato, beneficia della ripresa del settore Oil&Gas e delle problematiche del settore bancario; dall’altro, manifesta prudenza in settori come Chemicals&HealthCare, con posizioni sia lunghe sia corte.

Quali sono i rischi macroeconomici più importanti da tenere sotto controllo durante i prossimi sei mesi?

Le proiezioni macroeconomiche formulate dalla BCE a inizio 2017 evidenziano una crescita dell’economia reale e una condizione di forte stabilità in tutti i Paesi membri dell’UE: i rischi macroeconomici da considerare nel prossimo anno sono dunque legati a eventi eccezionali di natura politica. Infatti, l’incertezza che circonda l’Eurozona è dovuta al brusco cambio di politiche negli USA, al risultato del negoziato sulla Brexit e alle imminenti elezioni in Germania e Francia.

Quale Paese presente nel paniere FMC prevedete che avrà la crescita maggiore?

Analizzando la crescita dei singoli paesi dell’Eurozona, la Spagna sembra avere prospettive di crescita maggiori rispetto agli altri Paesi membri. Infatti, il PIL spagnolo è cresciuto nel 2016 del 3,2%: quasi il doppio della media europea (1,8%). Alla base della crescita economica spagnola vi sono la ripresa della domanda interna, l’aumento degli investimenti nel settore edilizio nonché la debolezza dell'euro (a beneficio delle esportazioni) e la disponibilità di capitali a bassi tassi di interesse. Tale sviluppo ha portato a una diminuzione della disoccupazione: lo scorso dicembre è scesa al 18,4% con la creazione di più di 1,5 milioni nuovi posti di lavoro negli ultimi tre anni. È ragionevole supporre che tale trend positivo possa proseguire anche nel corso del 2017.

Secondo voi, quale settore è maggiormente sottovalutato dal mercato e perché?

A nostro parere, il settore maggiormente sottovalutato dal mercato è il settore Oil&Gas. Tale mercato ha una dinamica correlata con quella del prezzo del petrolio. Al momento il prezzo del greggio è vicino ai minimi storici di medio periodo, ma siamo fiduciosi nella sua crescita nel corso del 2017 in virtù di una domanda stabile e dell’accordo raggiunto dall’OPEC sul taglio dei volumi di produzione.

Quali sono le tre parole chiave che associate alla FMC?

Tre parole non sarebbero sufficienti per descrivere la FMC, ma dovendo riassumere la competizione in tre sostantivi sceglieremmo: strategia, etica e opportunità.

 

I contenuti pubblicati in questa pagina sono degli studenti che partecipano alla CFASI Fund Management Challenge e non rappresentano le opinioni di CFA Society Italy o di altri soggetti connessi all'associazione o alla CFASI Fund Management Challenge. Le informazioni contenute nell’intervista non vanno in nessun caso interpretate come invito, suggerimento o raccomandazione di acquisto o vendita di titoli. CFA Society Italy, gli studenti e gli altri soggetti non assumono nessuna responsabilità in merito all’accuratezza o esattezza di quanto scritto. I contenuti pubblicati sono di proprietà dei relativi autori.