News

Foscari Investments: la geopolitica al centro

 


“Investire con successo significa anticipare le anticipazioni degli altri”, è la citazione di John Maynard Keynes che ispira Matteo Zuech, Enrico Fioretto, Domenico Sorice e Riccardo Zanet – i membri del team Foscari Investments dell’Università Ca’ Foscari di Venezia – in questa edizione della FMC. Nella gestione di un portafoglio bisogna essere in grado di prevedere l’andamento dei mercati ed avere la flessibilità necessaria a modificare le proprie previsioni in tempi brevi a seconda dell’evolversi di molteplici fattori, tra cui l’economia, l’evoluzione degli scambi commerciali e la geopolitica. La geopolitica in particolare è un fattore che il team Foscari Investments tiene in grande considerazione.

Geopolitica e crescita economica

I Paesi dell’Eurozona su cui gli studenti veneziani stanno investendo maggiormente sono la Germania e la Francia. “Abbiamo un’attenzione particolare per la Francia”, dichiarano gli studenti, “infatti, dopo le elezioni politiche che hanno visto l’ascesa di Macron, ci aspettiamo delle ripercussioni positive sull’economia come conseguenza degli interventi legislativi del nuovo governo”. Per quanto riguarda gli investimenti domestici, il team Foscari Investments non è altrettanto ottimista: “Abbiamo molto a cuore gli investimenti in Italia, ma prevediamo che il difficile momento politico-istituzionale che il nostro paese sta attraversando si rifletterà in una generale instabilità dei mercati”.

Geopolitica e stabilità finanziaria

Dalle analisi svolte dal team Foscari Investments per stabilire quale sia il settore più sottovalutato, è emerso che si tratta del settore finanziario-assicurativo, che presenta un target-price superiore al prezzo scambiato sul mercato. Gli studenti veneziani ritengono che: “In Europa il settore dei servizi finanziari ha risentito dei diversi scandali locali, delle nuove regolamentazioni e soprattutto della Brexit”. Il fenomeno geopolitico di Brexit farà sentire le sue ripercussioni sui mercati e sui titoli finché non ci saranno indicazioni chiare sulla separazione del Regno Unito dall’Unione Europea. Dunque la geopolitica si conferma un parametro strategico per le scelte d’investimento che aiuta ad anticipare le anticipazioni degli altri. La capacità di capire la geopolitica risulta particolarmente importante in un contesto come quello attuale caratterizzato dalle variazioni degli assetti e delle relazioni fra Stati e, nel caso del team Foscari Investments, può essere la chiave del loro successo in questa competizione.

I contenuti pubblicati in questa pagina sono degli studenti che partecipano alla CFASI Fund Management Challenge e non rappresentano le opinioni di CFA Society Italy o di altri soggetti connessi all'associazione o alla CFASI Fund Management Challenge. Le informazioni contenute nell’intervista non vanno in nessun caso interpretate come invito, suggerimento o raccomandazione di acquisto o vendita di titoli. CFA Society Italy, gli studenti e gli altri soggetti non assumono nessuna responsabilità in merito all’accuratezza o esattezza di quanto scritto. I contenuti pubblicati sono di proprietà dei relativi autori.