News

Sbagliando s’impara e si vince

 

“Lose your opinion, not your money!” è il motto di Antonio Cropanise, Matteo Godio, Alessandro Centola, Matteo Campanella e Simona Palestini, componenti del team Taurus Investments dell’Università degli Studi di Torino per la settima edizione della Fund Management Challenge. Saper ammettere i propri errori ed essere in grado di valutare la situazione da un punto di vista sempre nuovo è senza dubbio una delle più grandi difficoltà che devono affrontare i professionisti degli investimenti finanziari. Per questo motivo gli studenti dell’Università di Torino sono determinati ad aggiornarsi il più possibile e sono pronti – se necessario – a cambiare opinione a proposito delle loro scelte d’investimento. Solo cercando di avere una visione completa, informata e dinamica, secondo loro, si possono massimizzare le probabilità di ottenere dei buoni risultati.

Una forte motivazione…

Sono il nostro interesse per i mercati finanziari e la nostra volontà di metterci in gioco che ci hanno spinto a formare il team Taurus Investments per partecipare alla Fund Management Challenge 2018”, dichiarano gli studenti dell’Università di Torino, che nella competizione hanno visto un’opportunità unica di mettere in pratica le conoscenze apprese nelle aule universitarie, ma soprattutto un’opportunità di crescita non solo professionale ma anche personale. Partecipando alla FMC, i Taurus Investments si aspettano non solo di avere un primo impatto con i mercati finanziari, ma anche di migliorare la loro capacità di analizzare le aziende a livello fondamentale e di iniziare a comprendere l’importanza della componente etica nelle strategie e nei rischi d’investimento che i professionisti del settore devono affrontare giornalmente.

…per sostenere una strategia efficace

Come affronta questa competizione il team Taurus Investments a livello strategico? Con una strategia di investimento Top-Down, che prevede che ciascuno dei membri si concentri su alcune delle principali determinanti della situazione macroeconomica per definire l’orientamento macro di medio periodo. Seguita da un’analisi settoriale più specifica, suddivisa tra i vari componenti del team. Una volta individuati i principali punti di forza e debolezza di ogni settore presente nel paniere d’investimento (EuroStoxx50), i Taurus Investments procederanno all’analisi dei singoli titoli selezionando i dieci titoli che inseriranno nel portafoglio. “Il punto importante di questo tipo di organizzazione del lavoro è che, nonostante le analisi siano svolte individualmente per ottimizzare i tempi, dobbiamo confrontarci continuamente gli uni con gli altri”, spiegano gli studenti. “Quando il contributo di ciascun membro del gruppo risulta essere utile anche per tutti gli altri, vuol dire che il lavoro è organizzato nel modo più efficiente possibile”.

 

I contenuti pubblicati in questa pagina sono degli studenti che partecipano alla CFASI Fund Management Challenge e non rappresentano le opinioni di CFA Society Italy o di altri soggetti connessi all'associazione o alla CFASI Fund Management Challenge. Le informazioni contenute nell’intervista non vanno in nessun caso interpretate come invito, suggerimento o raccomandazione di acquisto o vendita di titoli. CFA Society Italy, gli studenti e gli altri soggetti non assumono nessuna responsabilità in merito all’accuratezza o esattezza di quanto scritto. I contenuti pubblicati sono di proprietà dei relativi autori.