News

UCSC FMC - Università Cattolica

Diego Del Vecchio, Luca Bestetti, Chiara Mascia.

Intervista realizzata a febbraio 2017.

Chi sono i membri della vostra squadra e come avete scelto il nome che vi rappresenta?

Siamo il team UCSC FMC, formato da 5 studenti della Facoltà di Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative dell’Università Cattolica. Fabio Gatta, 24 anni, dopo la laurea triennale in Economia, ha deciso di continuare gli studi iscrivendosi ad un corso di laurea magistrale più incentrata su tematiche finanziarie. Chiara Mascia, 23 anni, laureata in Economia Aziendale & Management, ha deciso di proseguire i suoi studi seguendo la sua passione per le materie finanziarie. Diego Del Vecchio, 24 anni, ha coltivato l’interesse per i mercati finanziari già durante il corso di laurea triennale; si diletta nell’analisi dei dati e delle performance. Luca Bestetti, 24 anni, appassionato di finanza ha iniziato il corso di laurea magistrale con l’ambizione di diventare analista finanziario. Raffaele Gerini, 23 anni, da sempre interessato al mondo della finanza, ne ha approfondito lo studio all’estero per poter avere una visione più completa di quella che oggi è una realtà piena di stimoli e nuove sfide.    
Tutti riteniamo che la FMC sia un banco di prova importante per testare la nostra preparazione. Abbiamo scelto di gareggiare perché pensiamo che partecipare a una competizione che collega direttamente il mondo accademico a quello lavorativo sia un’occasione unica. Il fatto di avere ogni settimana un feedback sulle transazioni effettuate ci consente di migliorare visibilmente. Il nome? Abbiamo voluto rappresentare l’Università in tutto e per tutto, giocando con la sigla. 

Qual è il motto della vostra squadra per questa competizione?

Il motto è quello dei tre moschettieri: “Tutti per uno, uno per tutti”. Pensiamo che un gruppo debba lavorare in questa maniera. Svolgiamo le analisi singolarmente, ma le decisioni vengono prese in maniera collettiva e ognuno è di supporto agli altri. 

Secondo voi, qual è il punto di forza della vostra squadra?

Siamo un team molto affiatato: ciascuno è disposto ad ascoltare gli altri e ad aiutare in caso di bisogno. Crediamo che essere uniti e lavorare in un contesto sereno garantisca una resa migliore e una maggiore crescita personale. Questo ci sembra davvero il punto di forza della nostra squadra: infatti non sempre i team riescono a creare un ambiente lavorativo sano, in cui tutti i membri si sentano liberi di esporre le proprie idee e le proprie considerazioni.

Spiegate la vostra strategia d’investimento e il vostro portafoglio in due frasi. 

La nostra strategia si basa sull’analisi dei fondamentali e dei mercati finanziari, prestando sempre attenzione alla politica internazionale, che può influenzare l’andamento dei titoli. Inoltre, la strategia che perseguiamo ha come obiettivo quello di realizzare il massimo rendimento possibile, pur consapevoli dei rischi che questo comporta.

Quali pensate che siano i rischi macroeconomici più importanti da tenere sotto controllo? 

Pensiamo che i principali rischi che interesseranno l’Eurozona durante i prossimi mesi saranno di tipo politico. Le elezioni in Francia e in Germania genereranno forte volatilità sui mercati.

Secondo voi, quale paese presente nel paniere FMC avrà una crescita maggiore?

A livello di Eurozona, i Paesi del Nord presentano fondamentali che garantiscono una crescita maggiore. A livello di paniere, prevediamo che la Germania, forte della sua leadership, continuerà la sua crescita sostenuta nel breve-medio periodo. 

Secondo voi, quale settore è maggiormente sottovalutato dal mercato?

Se dovessimo guardare i prezzi, il settore finanziario è il più sottovalutato. Le instabilità hanno portato a un crollo dei prezzi. Attualmente, grazie a un processo di riorganizzazione e stabilizzazione, le prospettive di crescita future sono elevate. 

Come descrivereste la FMC in tre parole chiave?

È una competizione che permette di avvicinare gli studenti alla pratica del mondo del lavoro. In tre parole: formativa, appassionante, stimolante. 

 

I contenuti pubblicati in questa pagina sono degli studenti che partecipano alla CFASI Fund Management Challenge e non rappresentano le opinioni di CFA Society Italy o di altri soggetti connessi all'associazione o alla CFASI Fund Management Challenge. Le informazioni contenute nell’intervista non vanno in nessun caso interpretate come invito, suggerimento o raccomandazione di acquisto o vendita di titoli. CFA Society Italy, gli studenti e gli altri soggetti non assumono nessuna responsabilità in merito all’accuratezza o esattezza di quanto scritto. I contenuti pubblicati sono di proprietà dei relativi autori.