News

Una grande passione e una forte determinazione

 

Una grande passione per la finanza – in particolare per la gestione di portafoglio – è l’elemento che accomuna Elena Pedone, Davide Galiero, Domenico Pontieri, Emanuele Ristori e Francesco Iannelli, che rappresentano la Libera Università Internazionale degli Studi Sociali (LUISS) nella settima edizione della FMC. I membri del Team LUISS hanno visto nella competizione un’opportunità unica di mettersi in gioco: “Il contesto altamente dinamico e competitivo della FMC è ottimo per perfezionare le nostre competenze in materia di analisi e gestione di portafoglio”, spiegano con entusiasmo. Ed è proprio questo entusiasmo che è alla base della loro forte determinazione a nel raggiungere la vittoria nell’edizione 2018. 

Strategia, previsione, organizzazione 

Passione e determinazione sono fondamentali nella FMC, ma per vincere occorre anche avere una strategia efficace e un’organizzazione efficiente del lavoro.  
Per quanto riguarda la strategia,” spiega Davide Galiero, “il nostro portafoglio ambisce a generare ritorni assoluti positivi a prescindere dall’andamento del mercato di riferimento. L’universo di titoli investibili è rappresentato da azioni europee large-cap comprese nell’indice Eurostoxx 50 sulle quali il portafoglio si posizionerà long o short sulla base di analisi fondamentale e tecnica”. Domenico Pontieri precisa che: “Nella fase analitica monitoreremo anche eventi macro (come le elezioni italiane) e microeconomici, che a nostro avviso rappresenteranno dei catalyst per il rendimento dei titoli sull’orizzonte temporale di riferimento”. Riguardo alle previsioni sull’andamento del mercato, il Team LUISS prevede una crescita moderata del mercato europeo con moderata volatilità, sull’onda del trend in atto da mesi. In un quadro di questo tipo lo stock picking svolge un ruolo importante ed infatti, afferma Elena Pedone. “confidiamo nella nostra capacità di stock picking al fine di selezionare titoli che possano sovraperformare il benchmark”.  
Per procedere nel modo più efficiente possibile,” interviene Emanuele Ristori, “abbiamo organizzato il lavoro del gruppo partendo da una decisione collettiva sulla strategia di investimento e ripartendoci le richerche sui singoli titoli in base al settore al quale appartengono. Per finire, ci accorderemo sulla validazione dell’investimento.”  

Competenze, impegno, ambizione 

Naturalmente, per raggiungere la vittoria nella Fund Management Challenge strategia e organizzazione vanno alimentate con un’ottima preparazione accademica in materia finanziaria, una buona dose di impegno e ambizione quanto basta. “Senza dubbio gli insegnamenti tratti dal corso di studi di Finanza Aziendale sono quelli che più di tutti dovremo mettere in atto” dichiara Francesco Iannelli. “Inoltre, dovremo metterci d’impegno per affrontare la traduzione in modelli finanziari di analisi qualitative su industrie e società”, continua. Impegno che si sta evidenziando in buoni risultati in termini di qualità delle raccomandazioni come misurata dall’FMC quality index, un indice quantitativo che permette agli studenti di confrontare la professionalità delle loro analisi rispetto a quelli delle altre squadre. Le competenze che il Team LUISS si aspetta di perfezionare nel corso della FMC riguardano in particolare l’analisi fondamentale e tecnica, l’utilizzo del software FactSet e la gestione di portafoglio. Focalizzandosi su questi obiettivi, gli studenti della LUISS sono determinati a conquistare il podio della FMC 2018, ispirati dalle parole del Professor Aswath Damodaran, che afferma: “Il successo nell’investimento non deriva dall’avere ragione, ma dall’avere torto meno spesso di chiunque altro”. 

 

I contenuti pubblicati in questa pagina sono degli studenti che partecipano alla CFASI Fund Management Challenge e non rappresentano le opinioni di CFA Society Italy o di altri soggetti connessi all'associazione o alla CFASI Fund Management Challenge. Le informazioni contenute nell’intervista non vanno in nessun caso interpretate come invito, suggerimento o raccomandazione di acquisto o vendita di titoli. CFA Society Italy, gli studenti e gli altri soggetti non assumono nessuna responsabilità in merito all’accuratezza o esattezza di quanto scritto. I contenuti pubblicati sono di proprietà dei relativi autori.