News

Il bilancio finale degli studenti di Pavia

 


Tutte le cose belle ad un certo punto finiscono. Così succede anche per questa edizione della FMC. Gli studenti dell’Università degli Studi di Pavia Mishel Qyrana, Nicholas Vercellino, Fabiola Zilioli, Lorenzo Risetti e Niccolò Bandinelli fanno il bilancio finale del loro portafoglio e di questa esperienza formativa tanto dal punto di vista professionale quanto da quello personale. 

Qual è stato il punto di forza della squadra? 

Il vero punto di forza della nostra squadra è stato il riconoscere le decisioni della maggioranza come decisioni dell’intero gruppo, senza che eventuali divergenze di opinioni rallentassero il lavoro. Certo non è sempre stato facile… Ad esempio, al momento della scelta dei titoli da mettere in portafoglio, per uno stesso titolo due analisi compiute da membri diversi della squadra ci hanno dato risultati contrastanti: una indicava con grande forza di inserire il titolo long, l’altra esattamente l’opposto. Entrambe le analisi avevano delle solide base teoriche ma anche intuitive ed è stata una vera sfida riuscire a decidere quale scegliere! Il lavoro di gruppo ci ha permesso di avere una panoramica più ampia sulla scelta e ne ha in qualche modo facilitato la decisione. Questo titolo si è rivelato poi essere una delle maggiori fonti di guadagno del nostro portafoglio. 

E il punto di forza del vostro portafoglio? 

Il punto di forza del nostro portafoglio è stato credere fino in fondo nell’analisi iniziale. Anche quando ci siamo trovati ad avere un rendimento negativo quasi al 4%, abbiamo avuto comunque fiducia nelle nostre analisi precedenti. I fatti ci hanno dato ragione: abbiamo recuperato 8 posizioni nella classifica e riscontrato un grande recupero anche in fatto di rendimento.  

Che cosa vorreste aver fatto meglio? 

L’analisi iniziale si è rivelata fin troppo superficiale su alcuni titoli. Questo è sicuramente uno dei motivi che stanno alla base del rendimento molto negativo delle prime settimane, oltre al fatto che avremmo potuto gestire meglio il tempo da dedicare alla competizione in quell’arco di tempo. Nonostante questo siamo comunque soddisfatti del lavoro svolto e di come abbiamo gestito le difficoltà incontrate nel corso della competizione. 

I contenuti pubblicati in questa pagina sono degli studenti che partecipano alla CFASI Fund Management Challenge e non rappresentano le opinioni di CFA Society Italy o di altri soggetti connessi all'associazione o alla CFASI Fund Management Challenge. Le informazioni contenute nell’intervista non vanno in nessun caso interpretate come invito, suggerimento o raccomandazione di acquisto o vendita di titoli. CFA Society Italy, gli studenti e gli altri soggetti non assumono nessuna responsabilità in merito all’accuratezza o esattezza di quanto scritto. I contenuti pubblicati sono di proprietà dei relativi autori.